Applausi, applausi, applausi per…

Gli applausi cari lettori vanno tutti verso un’unica persona: Giulio Astarita, poker room manager di PokerStars.it che questa volta, ha davvero “sparato” a ruota libera sulla classe politica italiana…

Sicuramente il POKER LIVE in Italia non sta vivendo uno dei suoi periodi migliori, anzi..
È da mo, che i Circoli LIve Italiani di poker aspettano di potere riaprire, e il tanto attesto bando delle famose “milleproroghe” di Monti in programma per il 30 giugno 2012, secondo varie indiscrezioni, potrebbe slittare addirittura a data da destinarsi anno 2013. Motivation??
NADA DE NADA; ebbene si cari lettori di VivereDiPoker.com, sembra che per vedere quelle benedette 1000 licenze previste per aprire delle poker room live, le vedremmo varcare i confini italiani nel futuro 2013…

Altra questione “spinosa” è sicuramente l’uscita del film “Poker Generation”  dove un senatore italiano, Raffaele Lauro (foto), ha voluto dire la sua:

un film che mostra una realtà finta, dove il gioco del poker è visto come un mezzo per riuscire a risolvere i propri problemi, non solo economici”

Ed è qui che, Giulio Astarita, protagonista nonché paladino del nostro articolo entra in gioco; il poker room manager della picca rossa più famosa di Italia, ha voluto così rispondere all’onorevole senatore Lauro:

Gentile Senatore Raffaele Lauro,

Sono un suo Compaesano, da sempre attento alla politica e a chi ci rappresenta.
Ho la fortuna di lavorare per una legalissima azienda che opera nel mondo del gaming, autorizzata dai Monopoli di Stato e che versa milioni di euro di tasse.
 Mi fa un attimo sorridere la sua curiosa presa di posizione sul film “Poker
Generation” di prossima uscita.
Senza discutere della bontà artistica dell’opera, su cui non mi esprimo, lei, che lavora alla Commissione Affari Costituzionale dovrebbe pur sapere che il poker NON è un gioco d’azzardo, ma legalizzato in Italia da ormai 6 anni, praticato da 4. E che lei ha votato per la legalizzazione del gioco in forma cash game votando il cosiddetto Decreto “Salva Abruzzo”……………..
 Qualcosa mi lascerebbe presumere che lei, come tanti suoi colleghi, parli per parlare, e per avere qualcosa da dire ai media, dato che quando poi si passa a
i fatti si scopre che soprattutto LEI e quella gente a cui si accompagna non ha
fatto NULLA per l’Italia in 4 anni al governo.

La inviterei pertanto a:
 - Lasciare lavorare chi fa qualcosa, dato che io a differenza di chi siede in parlamento mi ammazzo di lavoro e come me tanti stimati colleghi del settore (cosa quasi impossibile da dire del suo, di settore, come scopriamo ogni giorno)
– Documentarsi un minimo tra la differenza esistente tra Gratta e Vinci e Poker, ed iniziare a parlare a ragion veduta contro i primi, per fare un esempio (o Lotto, Superenalotto e via dicendo)
– Stare attento a cosa vota, che lei stesso ne ha autorizzato la legalizzazione ma pare essersene dimenticato
– Evitare di offendere centinaia di migliaia di persone che giocano e lavorano nel poker, anziché stare in Parlamento a non fare un granché
– Notare che FORSE ci sono cose più urgenti di cui parlare, dato che la gente con cui è stato al governo per 15 anni si è scoperto fare la medesima cosa che purtroppo in molti fanno nel suo ambiente: rubare. Magari non scomodare il Presidente Monti per uno dei pochi settori che in Italia funziona e dà lavoro, potrebbe essere un miglior uso del suo tempo.
– Fare una legge che regolamenti il Pubblico Finanziamento ai Partiti che mi
sono un attimo annoiato di regare a lei e a gente che non lavora i miei soldi,
dato che pago oltre il 50% di tasse
– Infine, non posso fare a meno di notare che secondo l’indice di produttività reperibile sul sito del Parlamento lei è 212esimo su 322 (e ci sono dentro pure i suoi ex colleghi morti). Torni a parlare quando almeno avrà raggiunto una piena sufficienza, che io per questo paese lavoro ogni giorno e se non entro nel top 1% di qualsiasi cosa faccia so di dover migliorare ed evito di straparlare in giro.

La invito a seguirmi sul mio profilo Facebook ove servisse, e mi offro da ora per una consulenza gratuita per istruirla su un settore nel quale le mancano palesemente le basi.
Così, oltre a notare i problemi, si propongono anche soluzioni. Non scherzo assolutamente.
A parlare siamo bravi tutti, a risolvere lo siamo in pochi. Lei di quale gruppo
fa parte?

Sentitamente,

Un Italiano

Giulio Astarita”

Cosa dire??!! Beh, se non altro GRAZIE GIULIO! Era ora che gente del tuo peso, avesse voce in capitolo!
Augurandoci di leggere più spesso mail del genere e sperando che sortiscano un certo effetto, noi vi congediamo ricordandovi che:

L’Italia la fanno gli italiani, e quindi il Poker lo fanno i pokeristi!”
VivereDiPoker.com

 



Viva la Fiches - Il manuale del Poker Texas Hold'em
 
VivereDiPoker SHOP

Lascia un commento