Conoscere il Kicker per evitare polemiche tra amici

Spesso succede giocando una partita di Texas Hold’em fra amici di ritrovarsi a formulare assurde teorie per determinare chi vince nel caso di pareggio di una mano.

foto19 

…Ed è proprio qui che entra in gioco il kicker, carta che non ha una vera e propria definizione in italiano ma che possiamo identificare come quella che accompagna la combinazione e che determina il vincitore della mano.

Il kicker ha un ruolo chiave in tante mani del poker, per capire meglio come funziona facciamo un esempio pratico: supponiamo di avere in mano A e 2, mentre il nostro avversario ha A e 8. Se fra le carte comuni troviamo un flop composto da A, K e 3, turn 7 e river J, la combinazione vincente è ovviamente la coppia d’assi, ma visto che nel Texas Hold’em dobbiamo valutare la combinazione migliore di 5 carte (fra quelle private e quelle comuni, cioè sul tavolo) il vincitore sarà il nostro avversario con A, A, K, J e 8 (l’8 è in questo caso la carta che rappresenta il kicker e fa vincere la mano all’altro giocatore essendo più alto del nostro 2).

Altro esempio: con le carte private di prima (noi A e 2 e l’avversario A e 8) scendono carte comuni tipo A, K, 10, 9, Q. In questo caso, essendo la combinazione migliore di 5 carte quella composta da A, A, K, Q, 10, il piatto verrà diviso equamente fra i due giocatori, dal momento che le carte private 2 e 8 non vengono considerate per determinare le 5 carte migliori, in quanto entrambe sono più basse di quelle che chiamiamo migliori.

Come potete vedere, il kicker può determinare l’esito della mano, e quindi dobbiamo prestare attenzione a non chiamare fino alla morte se abbiamo come kicker una carta facilmente superabile in valore dagli avversari.

Chiaramente in caso di gioco online o con un dealer (che sappia bene le regole) queste valutazioni lasciamole fare a chi è pagato per farlo! :-D



Viva la Fiches - Il manuale del Poker Texas Hold'em
 
VivereDiPoker SHOP

4 Responses to “ Conoscere il Kicker per evitare polemiche tra amici ”

  1. 77aremycards Says:
    aprile 9th, 2009 at 09:36

    questo articolo me lo stampo e lo porterò sempre con me quando vado a giocare dagli amici

  2. trappolin7 Says:
    aprile 9th, 2009 at 14:47

    proprio sabato era successa una mezza rissa da un amico…ora so che avevo ragione io e me la tirerò tantissimo!

  3. Miki89pias Says:
    febbraio 21st, 2012 at 13:48

    iopotizziamo una mano così…. io j7 l’altro jQ sul tavolo esce 44jk10…in questo caso come và a finire?? io dico split i miei amici dicono che prende jQ…ho ragione io vero? risp perfavore

  4. Dottor Nuts Says:
    febbraio 25th, 2012 at 14:47

    Ciao Miki, la risposta è semplice.
    Allo showdown ecco le combinazioni migliori:
    tu: JJ 44 K (il tuo 7 non si conta)
    lui: JJ 44 K (la sua donna è inferiore al K)

    Quindi è chiaramente uno split!
    Perchè nell’Hold’em si tiene conto SOLO della “miglior combinazione possibile delle 5 carte, tra quelle in tavola e quelle in mano”.

Lascia un commento