Giocatori al tavolo come nella vita

Si dice che il modo con cui una persona si accosta al cibo sia poi lo stesso con cui affronta la vita. Ma avete mai provato a fare caso a quanta similitudine ci sia tra il carattere di un giocatore e il suo stile?

giocatori_poker

Ci siamo resi conto di questa cosa mentre giocavamo tra di noi, vedendo che effettivamente c’era il classico timido che giocava davvero chiuso e lo faceva soltanto quando era certo di vincere, l’estroverso che aggrediva sempre e lo spilorcio che faceva in modo di rubare i bui ad ogni giro.

Il personaggio che però al tavolo è davvero già sulla buona strada per diventare un campione è il classico tipo moderato e diplomatico, che anche nelle situazioni più spinose è capace di tirare fuori la sua faccia di bronzo (o faccia da poker!) e bluffare, con le carte… e nella vita.

L’ideale sarebbe riuscire ad essere camaleontici e adattarsi alle situazioni, riuscire a tirare fuori il meglio e il peggio di noi a seconda di chi ci troviamo davanti, spietati e cortesi, violenti e gentili.

Certo, tutto questo va applicato al Texas Hold’em, ma parte dalla vita… perchè noi impariamo a giocare a carte, e poi impariamo dal gioco delle carte. È troppo bello smascherare una bugia con un “stai bluffando!” e usare la nostra bella faccia da poker quando facciamo uno scherzo ad un amico.

Il poker è così, semplice, emozionante e a volte cattivo come la vita. Ma se giocato con passione e criterio, prestando tanta attenzione ai particolari ci può davvero insegnare molto sugli altri. E insegnare ad avere una faccia di bronzo per ogni occasione.



Viva la Fiches - Il manuale del Poker Texas Hold'em
 
VivereDiPoker SHOP

Lascia un commento