Il poker, un gioco da… ragazzi!

Noi di VivereDiPoker sosteniamo fermamente il nostro amato poker texano per una lunga serie di motivi, ma il suo vero punto di forza è che tutti – e intendiamo proprio TUTTI! – possono cimentarsi sui tavoli verdi.

poker-per-tutti

Uomini e donne, giovani e meno giovani, robusti e gracilini, sul tavolo da poker siamo tutti uguali e (a parità di preparazione) abbiamo le stesse chance di vittoria. Probabilmente sono proprio queste motivazioni che hanno spinto il signor Jim Brady – arzillo 89enne irlandese – a partecipare al Ladbrokes Irish Poker Festival, mettendosi in discussione senza paura in uno dei più frequentati tornei irlandesi.

C’erano ben 633 giocatori all’evento a cui ha preso parte il frizzante nonnino, e un paio di colpi maligni della sorte hanno deciso la sua prematura eliminazione nei primi livelli di giornata. Ciò nonostante, questo baldo giovanotto del poker aveva già fatto in tempo ad entrare nei cuori degli spettatori, tanto che il quotidiano irlandese Independent gli ha strappato una piccola intervista a bordo tavolo a pochi minuti dalla conclusione della sua avventura pokeristica.

Davvero divertenti le parole del simpatico Brady: “Non sono proprio un regular, era la mia prima volta in un torneo così grande. C’era un’atmosfera magnifica al tavolo, e sono stati tutti molto gentili con me. Non vedo l’ora di poter partecipare a qualche altro evento importante della zona… ma la prossima volta non mi farò sbattere fuori al Day1!

Una dichiarazione di guerra a tutti gli effetti per i suoi prossimi avversari, quella del nonno Jim, un’altra giovane promessa del poker internazionale! :-D

Cogliamo l’occasione per fare salutare il mitico Enzo Lunari, il “padre” di Eritreo Cazzulati!



Viva la Fiches - Il manuale del Poker Texas Hold'em
 
VivereDiPoker SHOP

Lascia un commento