Poker live: l'AAMS mette il divieto anche sui totem elettronici

Ok, ormai l’abbiamo capito che il poker live è soltanto un lontano miraggio… ma bloccare anche i tavoli elettronici non è un tantino eccessivo?

morte-club-poker-italiani

Eppure sono proprio queste le ultime news che giungono da Roma: proprio ieri mattina la nostra cara AAMS ha deciso di mettere un nuovo paletto per noi poveri giocatori di poker, vietando anche quei tavolini elettronici che popolavano molti club e permettevano di praticare un poker “virtuale” collegandosi alle piattaforme online con regolare licenza rilasciata proprio dai Monopoli di Stato.

Non c’è pace insomma per chi vuole soltanto divertirsi un po’ con carte e fiches alla mano: qui si parla di tutela del giocatore, ma la realtà è ben diversa. Questo invito da parte dell’AAMS verso le questure locali per controllare a tappeto che non si giochi più nemmeno sui totem elettronici è in verità una manovra per tutelare le poker room che acquisteranno le licenze per il gioco dal vivo. Detta in maniera ancora più schietta, l’AAMS vuole dare garanzie ancora maggiori a tutti gli imprenditori che nel futuro si getteranno a capofitto nel mercato del poker live.

È pur vero che magari tanti piccoli club e circoli continuavano ad organizzare tornei nonostante i divieti imposti dalla legge, ma se davvero si vogliono tutelare i giocatori – a nostro avviso – sarebbero ben altre le misure da prendere.

Sembra di vivere una nuova epoca di proibizionismo, in cui lo Stato – con il pretesto di tutelarci – sta facendo in modo che si prediligano le macchinette (slot machines) che sicuramente sono più redditizie e sicure… ma solo per le casse dello Stato!!!

Davvero volete tutelarci??? Allora chiudete le sale bingo, i centri scommesse e fate dei sani corsi di Texas Hold’em nelle scuole, che può far entrare la matematica nelle zucche come nessuna equazione può fare. Altro che Facebook, sui tavoli verdi si può fare amicizia senza nascondersi dietro ad un nome accattivante ed una foto magari falsa. È proprio di questo che tutti i giovani hanno bisogno: la libertà di divertirsi in maniera innocua, magari spendendo 10 euro per passare una serata in compagnia. Non è meglio spendere i soldi così piuttosto che per ubriacarsi?

La cricca di VivereDiPoker è nata proprio grazie ai tornei live, luogo in cui è nata la nostra amicizia: ma questo all’AAMS certo non interessa, loro non fanno caso alla serenità delle persone. Quella non fa entrare nemmeno un centesimo nelle loro ricche tasche.



Viva la Fiches - Il manuale del Poker Texas Hold'em
 
VivereDiPoker SHOP

Lascia un commento