PokerStars IPT Sanremo – day 1a: D'Alessio chipleader, "super" Castelluccio

Nicola D'Alessio, chipleader del day 1aMetti insieme le parole “IPT” e “Casinò di Sanremo” e verranno fuori sempre grandi numeri. 194, ad esempio, è il totale dei partecipanti al day 1a del PokerStars IPT Sanremo, terminato nella tarda notte di ieri. L’affluenza è da considerarsi ottima visto il periodo vacanziero, ed i 67 superstiti avranno oggi una giornata di relax al sole sanremese, in attesa di conoscere quali e quanti colleghi – in gioco al day 1b di oggi – li raggiungeranno al day 2 in programma sabato.

Davanti a tutti c’è lo “zar”, al secolo Nicola D’Alessio, presenza ormai frequentissima nei tornei di poker live italiani ed internazionali. Nicola imbusta quasi 200mila chips, sopravanzando di appena qualche migliaio di gettoni uno scatenato Sergio Castelluccio. Dietro i due, il vuoto. L’ottimo Claudio “clapagano” Pagano, terzo, è ben distante a 130mila circa.

Sergio Castelluccio, autore di un gran day 1a

Il torneo prende il via senza grandi sorprese nel primo livello di gioco, e i players interessanti sono davvero molti: da Alfio Battisti a Luca Moschitta, dai fratelli Speranza a Carla Solinas, da Francesco Nguyen a Riccardo Lacchinelli, dai fratelli Ruggeri a Cristiano “crisbus” Guerra fino al vincitore della prima tappa, Gigetto Pignataro. Proprio quest’ultimo, pur autore di una partenza brillante, è tra le prime teste eccellenti a cadere. A fargli compagnia, tra gli altri, Alfio Battisti e Luca Moschitta, mentre Sergio Castelluccio fa capire da subito di essere in palla, e Carla Solinas segue sorniona.

Cristiano Guerra, uscita precoce per lui

Sfortunato Cristiano Guerra, che vede evaporare il suo stack in due mani: prima con AK vs AJ e il suo avversario che lo scoppia chiudendo colore al turn, poi mandando gli ultimi spiccioli con 44 ma trovando la strada sbarrata da KK. Sale invece prepotentemente Castelluccio, che riesce a capitalizzare i suoi KK nonostante un pericoloso A sul board, giocando con accortezza e maestria.

Allo stesso tavolo due giocatori con stili diametralmente opposti ma dai destini curiosamente contraddittori: Manlio Iemina e Gianni Giaroni. Il primo, iperaggressivo allo spasimo, vive una giornata da deep stack, ma poi viene “alleggerito” di gran parte delle chips da Vito Barone e quindi eliminato nelle battute finali; per contro Gianni Giaroni, solido come un menhir, vive una giornata da short stack. Spesso e volentieri con l’acqua alla gola, il bolognese riesce però a tenere duro ed arrivare, seppur con appena 15mila chips, al day 2.

Gianni Giaroni (a sinistra) e Manlio Iemina (a destra): stesso tavolo ma stili e destini diversi

E allora vediamo il chipcount dei superstiti di questo day 1a, relativo ai primi 10 dei 67 players left:

1 Nicola D’ALESSIO – Ita – 199100
2 Sergio CASTELLUCCIO – Ita – 193700
3 Claudio PAGANO – Ita – 130800
4 Angelo PATANE – Ita – 126400
5 Luca COLANGELO – Ita – 123400
6 Roberto BURATTI – Ita – 122000
7 Martyas POLOCH – RCec – 118200
8 Marvin SANTANDREA – Ita – 107200
9 Maurizio NUARA – Ita – 101600
10 Salvatore ALESI – Ita – 9500

L’appuntamento è per oggi, a partire dalle ore 14, per il day 1b. Sono attesi almeno 200 giocatori, per un’altra giornata di intenso poker tra affermati campioni e nuovi pokeristi alla ricerca di gloria. Vivila con noi, seguendo il PokerStars IPT Sanremo sul nostro Blog Live insieme a gux1979, diavolo83 e Tury con i suoi fantastici video!

PokerStars IPT Sanremo



Viva la Fiches - Il manuale del Poker Texas Hold'em
 
VivereDiPoker SHOP

Tags: , , , , , , ,

Lascia un commento