Reazioni fisiche del nostro corpo a buone (o brutte) mani

Finora abbiamo visto come si comporta una determinata parte del nostro corpo in base a certe situazioni, ma ora proviamo a capire, in generale, quando il nostro avversario ha una buona o una cattiva mano.
tells-1
Saper leggere gli avversari e i loro Tells è una componente inscindibile del Buon giocatore di Poker. Ovviamente questa lettura degli avversari può essere fatta solo live. Esistono anche i Tells per il gioco online, ma affronteremo l’argomento in un articolo a sè.

Ognuno di noi ha dei tic caratteristici che si accentuano in base alla situazione favorevole o sfavorevole, ma ci sono anche dei “gesti” comuni che possono indicare se un giocatore “stà pieno” o è “in bianco totale“. Attenzione però che questi tells non sono necessariamente sempre sicuri al 100%: qualcuno potrebbe usarli contro di voi dandovi falsi tells, altri potrebbero reagire in maniera diversa. Come sempre il nostro consiglio è studiate bene gli avversari, guardate le loro reazioni e, allo showdown riportate a mente il modo in cui si sono comportati durante le varie puntate.

Tells che indicano buone mani:
Dimostrare disinteresse
Quando un giocatore è ancora “in ballo”, quindi non ha foldato, e fa finta di essere poco interessato all’azione di gioco, vuol dire che cerca di non farsi prendere dal sopravvento dalle emozioni che ci regala una buona mano.

Mani tremolanti
Come già visto tempo addietro, le mani tremano a causa dell’adrenalina. Il più delle volte sono segno di un’ottima mano, forse anche nuts (la migliore possibile in quel momento!).

Sconforto
Lo abbiamo visto e sentito 1000 volte, specie grazie ai consigli di Luca Pagano: più uno piange il morto, più sta pieno… Se uno ha pessime mani folda, non sta in gioco a lamentarsi!

Guardare le proprie chips
Un giocatore che continua a guardare le proprie fiches lo fa perchè sta valutando quanto puntare e quanto potrebbe fruttargli la mano in quel momento, quindi attenzione a chi lo fa.

Respiro veloce
Se siamo emozionati il cuore ci batte forte e la respirazione si fa più veloce. Stiamo attenti ai movimenti delle spalle in particolar modo.

Tells che indicano brutte mani
Fissare gli avversari
Nella vita, fissare qualcuno indica “non ho paura di te”. Al contrario, nel Poker, fissare è un modo per fingere forza (che non si ha). Altrimenti un giocatore tenderebbe ad evadere lo sguardo dell’avversario per non farsi leggere un buon punto.

Trattenere il respiro
Come sopra, un buon punto in mano può accelerare il respiro, al contrario, un bluff mette in condizioni di stress, spesso accompagnati dal bloccare in respiro.

Ricordiamo per l’ennesima volta che i giocatori più esperti possono usare questi tells contro di voi, dandovi false informazioni. Studiamo bene le mani di tutto il gioco e sapremo se siamo di fronte a uno di loro.



Viva la Fiches - Il manuale del Poker Texas Hold'em
 
VivereDiPoker SHOP

Lascia un commento