Squeeze: cos’è e come farlo nel Poker

Lo squeeze play è una tecnica del Poker che, agli occhi dei meno esperti, risulta come un bluff, in realtà è una strategia più fine e complessa il cui scopo ultimo – come nel bluff – è quello di far foldare i nostri avversari, sfruttando la posizione e la psicologia di gioco degli avversari.

Un esempio renderà meglio di molte parole: siamo ad un tavolo con un tot numero di giocatori. Uno di loro rilancia, un altro si limita ad un call e noi rilanciamo pesantemente, magari in all-in, con una mano qualsiasi. Il primo giocatore che ha effettuato il rilancio si troverà in una posizione piuttosto difficile: un suo rilancio è stato chiamato da un altro giocatore (presumibilmente con una mano molto buona), noi abbiamo contro-rilanciato, quindi si trova a riflettere sul fatto che (forse) le sue carte non sono tanto buone da affrontare un all-in contro altri 2 giocatori. Un suo fold, quindi, a meno che non abbia una mano davvero mostruosa (AA-KK) sarà probabile.

Il giocatore che dopo di lui si era limitato ad un call ora si troverà in una situazione altrettanto scomoda: se il primo giocatore che ha rilanciato (quindi presumibilmente sicuro della sua mano) ha foldato, allora rivaluterà non poco le carte in suo possesso. Una monster hand degna di questo nome difficilmente lo avrebbe limitato ad un semplice call, quindi la sua mano è buona “ma non troppo”. Questo, salvo casi di donkite acuta o una giocata ninja con Asso-Asso ben nascosti, si potrebbe tramutare in un fold facile.

Lo squeeze play, quindi, è questo: rilanciare pesantemente quando in gioco si trovano altri 2 giocatori di cui uno prima di noi ha rilanciato e l’altro si è limitato ad un call. Ma attenzione perchè è una tecnica piuttosto pericolosa: donk e ninja sono spesso travestiti da giocatori “normali”!

Perchè lo squeeze play sia efficace devono esserci le seguenti condizioni:
- gli avversari non devono essere novizi
- dobbiamo essere ultimi a parlare
- precedentemente abbiamo dovuto dimostrare al tavolo di essere giocatori solidi

Quest’ultima prerogativa è una delle più importanti: se abbiamo rilanciato pesantemente troppo spesso, specie nelle ultime mani, rischiamo di aver perso credibilità. Se invece i nostri bluff sono ponderati e le nostre giocate precedenti hanno contribuito a dare di noi al tavolo un’immagine di buon giocatore, il nostro squeeze play darà l’idea che siamo “pieni”! ;)



Viva la Fiches - Il manuale del Poker Texas Hold'em
 
VivereDiPoker SHOP

Lascia un commento