Sit & Go: dritte per sopravvivere

Il torneo Sit & Go (siediti e vai) è un tipo di torneo nel Texas Hold’em che inizia appena si è iscritto l’ultimo giocatore utile ad arrivare al numero di partecipanti prefissati inizialmente per la partita.

Il numero è variabile, si parte da 2 (tornei Sit & Go Heads Up) a 180 o anche più giocatori, e anche il buy-in  può partire da 1 $ fino a… beh, anche 2.000 $!sit-n-go

Il loro punto di forza rispetto ai normali tornei è che non c’è un orario prefissato, quindi se decidiamo di farci una partita alle 3 del mattino perchè non riusciamo a prendere sonno basta collegarsi a una poker-room on-line e ci troveremo subito al tavolo con altri nottambuli come noi. D’altro canto, mentre con i tornei programmati si può sognare di arrivare a partecipare ad eventi importanti, nel Sit & Go i premi sono prestabiliti, quindi è una partita fine a se stessa.

Ovviamente, anche nel Sit & Go ci sono delle “regole” che se rispettate ci aiuteranno ad arrivare a premio, noi le elencheremo qui di seguito come una sorte di “comandamenti” da tener presenti :-)

 

1 – EVITARE DI FARE CALL DI CONTINUO

Siccome l’obiettivo principale è quello di difendere le nostre chips, evitiamo di chiamare se non abbiamo carte un minimo decenti, lasciamo che siano gli altri a spennarsi a vicenda! Ovvio però che non ci dobbiamo foldare prima del flop con asso-asso…

 

2 – NON RISCHIARE LO STACK ALL’INIZIO DEL TORNEO

Dobbiamo riuscire ad entrare fra i premiati, quindi gli all-in in bluff totale all’inizio fatti soltanto per spaventare gli altri giocatori non hanno senso, potremmo trovare qualcuno con una buona mano e uscire miseramente.

 

3 – NON DARE L’OPPORTUNITA’ DI PESCARE AGLI AVVERSARI

Bisogna stare attenti a non peccare di ingordigia quando abbiamo una mano forte nel tentativo di tendere un tranello gli avversari, puntiamo decisi perchè se gli permettiamo di pescare carte potrebbero chiudere un punto migliore del nostro.

 

4 – SAPER FOLDARE

Se nel flop esce un asso e un altro giocatore va all-in, non intestardiamoci a difendere la nostra coppia di K… potrebbe essere un bluff, ma nel caso non lo fosse? Teniamo sempre presente l’obiettivo: arrivare a premio!

 

5 – PERDERE IL RISING POWER

Questo significa non scendere mai sotto il livello dei 5 grandi bui, è essenziale avere uno stack che ci permetta di coprire più mani possibili fino a che non sono usciti abbastanza giocatori. Quindi se ci dovessimo trovare “corti di chips” (poveri) conviene giocarsi il tutto per tutto appena abbiamo una buona mano.

 

6 – CHIUDERSI QUANDO SI E’ “ON THE BUBBLE”

Essere on the bubble significa essere a un passo da premio, ossia quando manca soltanto un giocatore ad uscire. Non bisogna chiudersi a riccio e rischiare che i bui ci mangino tutte le chips, dobbiamo giocare lucidi e senza paura come all’inizio.

 

7 – RILASSARSI TROPPO QUANDO SIAMO ARRIVATI A PREMIO

Certo, arrivare a premio è già una bella soddisfazione, ma se arriviamo primi è ancora meglio! Quindi possiamo anche azzardare un po’ di più, e magari il fatto di aver raggiunto il nostro scopo ci darà una marcia in più per vincere!

 

Beh, ora siete pronti per sedervi e partire :-)



Viva la Fiches - Il manuale del Poker Texas Hold'em
 
VivereDiPoker SHOP

Lascia un commento