VivereDiPoker su Rai 3 per PROVARE a parlare di Poker…

La nostra piccola Fenice è stata ospite in tv nel programma Brontolo… non siete curiosi di sapere com’è andata direttamente dalle sue parole? 

viveredipoker-rai3-brontolo
La prima volta fa sempre male“… ai miei tempi i CCCP cantavano proprio così, ma non credo si riferissero al poker. Comunque, anche la prima volta in tv fa male! Perchè nuovamente, per quanto noi ci sbattelliamo, ci rendiamo conto di parlare ad un muro di gomma, non riusciamo a far capire al mondo che il poker non ha niente a che vedere con il bingo e le slot machines…

Ma andiamo con ordine… per chi non avesse seguito il blog di VivereDiPoker in questi ultimi giorni, io e la mia amica/manager Luciana Cameli (aka Vampiraxx) del Poker Roller Team siamo state invitate nella rubrica “Brontolo” su Rai 3 di Oliviero Beha, trasmissione andata in onda ieri alle 11:30 del mattino.

Ok, ovviamente a quell’ora la maggior parte delle persone è al lavoro, oppure come noi ancora dorme (provate a fare l’abbonamento a Sky e poi ditemi se riuscite a spegnere la tv prima delle 5 del mattino…) ma quelli che hanno avuto occasione di vedere la trasmissione si saranno subito accorti che quello del poker era solo uno stupido pretesto.

viveredipoker-rai3-brontolo-2
In realtà io e Luciana avremmo dovuto rappresentare gli agnelli sacrificali, in quanto oltre a noi c’erano ospiti un uomo finito in rovina a causa del gioco d’azzardo (a presentare il suo libro per risolvere il problema) ed un rappresentante della Adiconsum che non faceva che rimarcare quanto il gambling potesse portare il mondo allo sfacelo.

Ci hanno truccate e pettinate come due dive di Hollywood prima di mandarci alla gogna… ok, forse detta così può sembrare un tantino esagerata, ma è davvero umiliante voler parlare e venire interrotti di continuo, soltanto perchè le nostre parole sono scomode. Non appena mi sono azzardata (quanto aspettavo di usare questo ambiguo termine…!) a sottolineare che il poker non è un gioco d’azzardo ma un complesso sport e gioco d’abilità, Beha – che stimo moltissimo come giornalista – si è subito prodigato per sviare il discorso, e riportarlo dove a lui faceva comodo, quindi sul gioco come pericolo sociale.

Alla fine io e Luciana avremmo forse dovuto essere due fighe di legno (frase coniata dalla cara Carla Solinas per identificare le donne tanto belle quanto inutili ai tavoli) che se ne stavano lì sedute a sciropparsi i discorsoni degli uomini, ma noi non volevamo fosse così, e a costo di farci interrompere e sentirci tarpare le ali non abbiamo accettato di menare il belino a Beha. Il poker è uno sport, ‘sti cazzi!

viveredipoker-rai3-brontolo-3

È stata una bella esperienza, in tutto e per tutto, anche se io e Luciana avremmo voluto dire molte più cose… sarei stata pronta a qualsiasi confronto, forse non ho studiato molto a scuola come avrei dovuto, ma sull’argomento “poker” sono preparata a 360 gradi. Magari un giorno si ripresenterà un’occasione del genere, magari un giorno invece di mandare tette e culi in tv lasceranno che siano delle ragazze vestite a parlare, che hanno le palle per dire le proprie opinioni anche se stare sotto le telecamere non le fa certo sentire a loro agio.

Nella mia ingenuità, voglio illudermi che un giorno sarà proprio così, ci guarderemo indietro e diremo “Beh, certo non avremo fatto un figurone… ma cazzo se è stato divertente!“.



Viva la Fiches - Il manuale del Poker Texas Hold'em
 
VivereDiPoker SHOP

One Response to “ VivereDiPoker su Rai 3 per PROVARE a parlare di Poker… ”

  1. Donne d'azzardo: un romanzo sul Poker Texas Hold'em | Says:
    luglio 7th, 2010 at 07:19

    [...] ragazze del Poker Roller Team ci hanno già deliziato con la loro comparsa in TV (qua l’articolo) in cui hanno provato a dire la loro, e la nostra, sul Texas Hold’em ma placate da Oliviero [...]

Lascia un commento