WSOP e compagnia bella: i più importanti tornei mondiali di Poker

Ogni volta che sentiamo parlare di tornei di Poker mondiali importanti, sono davvero un sacco le sigle che rappresentano questi eventi… è bene sapere che cosa significhino, non per fare i saputelli, ma soltanto per sapere dove andremo a giocare tra un po’ :-D viveredipoker_wsop

WSOP (World Series of Poker) – iniziamo dal torneo più grande, il più ambito e quello che potremmo definire come le Olimpiadi del Poker. Viene disputato in America, per la precisione a Las Vegas nelle sale del Rio Casinò (che sarebbe poi quello della famosa Bobby’s Room, dove i nostri beniamini si sfidano in partite cash da milioni di dollari). Lo sponsor dell’evento è l’Harrah’s, che sarebbe un po’ per i casinò quello che è  la catena di Mc Donalds per gli hamburger! Ora la proprietà del WSOP è in fase commerciale, nel senso che ci sono più aziende che corteggiano il marchio… ma per ora non è stata data nessuna risposta definitiva. Nel World Series of Poker si disputano una cinquantina di eventi, alcuni dei quali sono accessibili soltanto con invito personale, e le specialità vanno dal nostro amato Texas Hold’em all’Omaha, Razz, Seven Card Stud (poi entreremo nello specifico, perchè tutte queste varianti meritano un capitolo a parte) fino al Mixed Event, in cui le specialità cambiano di mano in mano. Il tutto si conclude con il prestigioso Main Event di Texas Hold’em, il cui tavolo finale si disputa a novembre – a differenza dell’intera manifestazione che si tiene a cavallo tra luglio e agosto – e il vincitore si aggiudica il prestigioso braccialetto di platino. Ad ogni modo, per ogni singolo torneo disputato in palio c’è un braccialetto, che però è “soltanto” in oro e non ha lo stesso valore morale di quello in palio nel Main Event. Ricordiamoci quindi che l’unico e il solo campione mondiale di poker è quello che vince il braccialetto di platino del tavolo finale di novembre, senza nulla togliere a tutti gli altri possessori di gioiello dorato che si sono aggiudicati la vittoria nei tornei minori.

WPT (World Poker Tour) – il World Poker Tour è in sostanza la versione itinerante del WSOP, con tornei che si disputano in giro per tutto il mondo nei casinò più lussuosi e sfarzosi del pianeta. Il marchio è di recente diventato di proprietà di PartyPoker, la famosa sala da poker online, e anche in questo caso ci sono tornei che contemplano ogni singola variante del Poker. Qui, per ogni tappa del WPT c’è un Main Event di Texas Hold’em, la vittoria ovviamente conferisce un gran prestigio al giocatore, ma tutto ciò non è certo paragonabile al WSOP.

WSOPE (World Series of Poker Europe) – il WSOPE è il fratellino europeo del WSOP. Nato soltanto due anni fa, ha ereditato dalla manifestazione di Las Vegas lo sponsor (che quindi è sempre la Harrah’s) e le linee ispiratrici. Tutto incentrato sul Poker e con la degna conclusione con un Main Event di Texas Hold’em, si svolge a Londra proprio in questi giorni al Casinò Empire. Anche qui ci sono in palio i famosi braccialetti WSOP, e sebbene l’evento sia più “modesto” (per quanto questo genere di tornei si possa definire modesto) di quello di Sin City qui si ha l’occasione di sfidare campioni di tutto il mondo, esattamente gli stessi che troveremmo in America, che accorrono sempre numerosi a questa manifestazione.

WCOOP (World Championship Of Online Poker) – il WCOOP è la versione sul web del WSOP: nato sulla piattaforma .com di PokerStars (quindi noi italiani non vi possiamo più partecipare) comprende tornei stile Las Vegas ma senza le atmosfere mozzafiato del casinò, in quanto ovviamente viene disputato dal salotto della propria casetta. Pare che sia una moda regalare ai vincitori dei bracciali: anche in questo caso, infatti, oltre ai premi in denaro ci sono in palio i pregiati monili che vi verranno spediti comodamente a casa. Fa un po’ ridere, ma è proprio così.

Ora insomma sappiamo tutti cosa ci aspetta fuori dalla taverna dei nostri amici: certo, i buy-in di questi tornei sono davvero proibitivi, ma siamo certi che noi e voi un giorno riusciremo a vincere l’ingresso a uno di questi tornei partendo dai nostri piccoli freeroll, alla faccia di tutti quei ricconi che hanno 10.000 dollari da buttare per poi uscire al primo livello di bui! :-D



Viva la Fiches - Il manuale del Poker Texas Hold'em
 
VivereDiPoker SHOP

One Response to “ WSOP e compagnia bella: i più importanti tornei mondiali di Poker ”

  1. ripper120 Says:
    ottobre 3rd, 2009 at 21:38

    Davvero interessante! grazie!

Lascia un commento